il teatro che non-ELEKTRIKA

IL TEATRO CHE NON C’È | ELEKTRIKA

Da martedì 15 giugno a venerdì 2 luglio 2021
Ingresso tutti i martedì, mercoledì, giovedì e venerdì – Dalle ore 18 alle ore 21.30
Spazio Off – Via Venezia 5 – Trento

Prenotazioni: bit.ly/prenotazioni-off-elektrika
info@spaziooff.com – 333 27 53 033

ELEKTRIKA
un’opera techno

di Carmen Giordano
scenografia e costumi Maria Paola Di Francesco | musiche originali Chiarastella Calconi | disegno luci William Trentini
organizzazione Daniele Filosi | tecnica Gianluca Bosio | assistente scenografo Stefano Zullo

compagnia Macelleria Ettore
produzione TrentoSpettacoli/ Spazio Off con il sostegno di Centro Santa Chiara Trento

IL TEATRO CHE NON C’È | IL PROGETTO

Se la compresenza di attori e attrici da una parte, e spettatori e spettatrici dall’altra sono l’essenza e la linfa vitale stessa del teatro, cosa accade se in uno spazio teatrale e culturale come Spazio Off viene allestito uno spettacolo – con scenografia, costumi, oggetti, luci e suoni -, senza però che attori e attrici possano ‘agire’ e far vivere con la loro presenza, assieme a quella degli spettatori, quei materiali?

Scenografie, costumi, oggetti di scena, luci, suoni di uno spettacolo teatrale, in mostra tutti i giorni dal martedì al venerdì dalle ore 18 alle ore 21 allo Spazio Off. Una sorta di Wunderkammer del teatro ‘congelato’ dalla pandemia, per riflettere sul significato dell’assenza della relazione insostituibile in presenza di attori e spettatori – nucleo fondante dell’esperienza teatrale stessa -.

IL TEATRO CHE NON C’È | ELEKTRIKA. UN’OPERA TECHNO

Un progetto ambizioso, che coniuga teatro, musica e parola. Una rivisitazione dell’Orestea di Eschilo, in forma di opera – e quindi con libretto e musiche originali – “techno” contemporanea. È l’idea alla base di ‘Elektrika. Un’opera techno’, che sul finire del 2011 muove i suoi primi passi ancora una volta allo Spazio Off, per concludere poi l’allestimento teatrale vero e proprio al Teatro Cuminetti di Trento, dove debutterà il 12 gennaio 2012, in coproduzione con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara. Dopo ‘Stanza di Orlando’, il team di lavoro si allarga con un nuovo attore, Woody Neri – poi presenza abituale in molte produzioni targate Spazio Off/TrentoSpettacoli -, e il compianto William Trentini al disegno luci. Uno spettacolo complesso, articolato, densissimo anche grazie alle musiche di scena, ideate ad hoc e suonate e cantate live dai due attori e da Chiarastella Calconi, giovane cantautrice romana, che finiranno addirittura su un album musicale pubblicato su cd e oggi anche disponibile sulla piattaforma Spotify. Lo spettacolo intraprende repliche in tutta Italia, destando grande curiosità nel pubblico e nella critica per il suo format. Allo Spazio Off è possibile rivivere l’allestimento originale fatto di una scenografia e costumi di grande impatto visivo. In foyer, locandine, fotografie di scena e del backstage dell’allestimento del 2012, copioni, rassegna stampa e alcune video-interviste agli artisti coinvolti nel progetto.